Nella collina di Coverciano a Firenze Mariapaola Pedetta, scenografa, costumista e stilista, fonda DEJAMIS: “deja”-”mis” già messo. Come suggerisce la parola il progetto si sviluppa sull’idea di realizzare nuovi capi-spalla trasformando e ridisegnando vecchie pellicce. E’ così che Mariapaola crea il movimento #nonewfur, una filiera etica che la stilista muove con l’aiuto di esperti artigiani pellicciai fiorentini, creando un capo nuovo, su misura, riciclando l’esistente ed attribuendoli una personalità, nel rispetto delle risorse naturali e umane. Ogni capo viene arricchito con decori e tessuti provenienti da altre culture, ricercati e selezionati per la loro bellezza e storia. Nel 2018 Dejamis lancia la sua prima collezione reinventando e rivalutando un capo considerato sorpassato e obsoleto: il gilet. Giocando con tessuti, decori e colori il gilet per dejamis diventa un capo semplice, versatile, divertente e soprattutto femminile. Pezzi originali di etnie indiane, ottomane e afghane si uniscono a fodere di piccoli fiorellini su Lapin rex soffice e colorato. “Principalmente in Toscana entro nelle aziende e cerco tessuti spesso dimenticati, inserisco particolari, pezzi originali antichi, manufatti locali che rintraccio nei mercati, nei paesi d'origine, da importatori. Ogni piccolo ricamo trovato in qualche parte del mondo diventa un dettaglio perfetto per la realizzazione di una giacca, di un gilè.” - Mariapaola Pedetta