Dejamis è un’intuizione di Maria Paola Pedetta, scenografa e design stylist, che nel corso degli ultimi vent’anni ha sempre più legato la sua creatività alla sostenibilità; una sostenibilità vissuta a tutto tondo. Maria Paola vive e lavora sulla collina di Settignano a Firenze, dove dall’incantevole vista respira l’energia di un rinascimento rinnovato. Si sposta con un’ibrida per incontrare gli artigiani locali, mangia biologico a km 0, sale con le pelli e si allena in bicicletta. Veste preferibilmente con gli abiti delle sue amiche o i suoi vintage, delle sue pellicce e dei suoi inconfondibili gilet, sui maglioni o sotto le giacche. È una donna lontana dal consumismo fashionista pur guardando con profondo interesse alle tendenze da cui trae ispirazione per evolvere e rendere contemporaneo il suo stile.

Nel 2013, anticipando la tendenza recentemente esplosa nel mondo del fashion business intorno alle pellicce, costituisce Dejamis per lanciare il suo messaggio: re-wear, re-styled, re-member, re-spect, re-cycled. Dejamis trasforma e ridisegna le vecchie pellicce con l’ausilio di esperti artigiani pellicciai fiorentini, che cuciono su misura il capo che Maria Paola Pedetta crea insieme ai suoi Clienti. Una filiera etica, che la stilista muove mostrando come sia possibile creare un capo nuovo riciclando l’esistente, attribuendoli una personalità, nel rispetto delle risorse naturali e umane. Tutti i decori e i tessuti aggiunti al capo sono vintage, molti provengono da altre culture e sono frutto di una costante ricerca del dettaglio, portatore di storia ed estetica. Spesso è reversibile perché la multifunzionalità di un capo è un altro tema molto sentito dalla designer. Concetto con cui si è particolarmente confrontata con la capsule collection per Kway. Mentre con Cangiari ha studiato gli antichi telai e le colorazioni naturali per creare nuovi tessuti, evolvendo la marca nel rispetto di un’antica tradizione. Mariapaola Pedetta, partendo da un’iniziativa di re-style, attraversa una crescita personale sia artistica che tecnica. Ne è frutto la sua nuova collezione.

INSTAGRAM

Top